Cosa è lo scopo di una Startup?

In economia, si definisce Startup una nuova impresa che si presenta in forma di organizzazione temporanea oppure di una società di capitali in cerca di soluzioni organizzative e strategiche che siano reperibili e possano crescere indefinitamente.

Di seguito elenchiamo le caratteristiche proprie di una Startup:

  • Replicabilità del business ossia la possibilità di replicare in diverse aree geografiche, ed in diversi periodi temporali, il modello di business alla base della nuova impresa senza la necessità di apportare rilevanti modifiche;
  • Scalabilità del modello vale a dire la capacità della Startup di crescere in modo esponenziale utilizzando poche risorse;
  • Innovazione intrinseca alla base della nascita della Startup. Infatti, scopo della nuova impresa è innovare per soddisfare un bisogno non ancora soddisfatto;
  • Temporaneità in quanto, auspicabilmente, la fase di Startup è transitoria e rappresenta soltanto l’inizio di un lungo e brillante percorso imprenditoriale.
Come il freelance aiuta la startup

Come può un Freelance aiutare una Startup?

La Startup è pronta. La fase immediatamente successiva alla nascita della Startup è la promozione, affinché un numero sempre maggiore di utenti, lettori e surfer vengano a conoscenza dell’iniziativa e del progetto.

La promozione e sponsorizzazione online offre la possibilità di combinare molte strategie, al fine di raggiungere obiettivi rilevanti ed importanti. Il tutto può essere seguito da un Freelance esperto in materia.

Citiamo adesso alcune strategie necessarie quanto efficaci a disposizione della nuova Startup per ottenere visibilità.

  • Content marketing sul blog fa parte, è importante sottolinearlo, di una strategia conosciuta come Inbound Marketing. Questo tipo di comunicazione online è particolarmente apprezzata in quanto è utile tanto all’azienda quanto all’utente finale. Avere un blog aggiornato, di qualità, facilmente navigabile è quel quid in più che i motori di ricerca riconoscono e premiano. La Startup potrà utilizzare il blog per promuovere, descrivere e trattare argomenti ben delineati e chiari: il prodotto di riferimento oppure il servizio offerto. Questa chiarezza e trasparenza è indispensabile per rendere la comunicazione efficace per raggiungere il pubblico di riferimento. Alla base delle attività di promozione deve, necessariamente, esserci una pianificazione dei contenuti seria e coerente che tenga in considerazione sia la parte di ricerca e produzione che la parte più tecnica (SEO) affinché si ottenga un buon posizionamento della pagina sui motori di ricerca;
  • Comunicazione social. Non si può tralasciare questo importante aspetto della nostra contemporaneità e quotidianità. Come ben sappiamo la tecnologia ed i social network sono parte integrante delle strategie promozionali e di marketing a livello non solo locale, ma anche nazionale ed internazionale. I canali social sono apprezzati in quanto sono degli eccellenti ed indispensabili canali distributivi.

Indubbiamente le Startup hanno il vantaggio di costituire delle novità e per questo la diffusione della notizia dovrebbe avvenire in modo piuttosto veloce.

Ma se si commettessero degli errori cosa resta della campagna marketing?

Sicuramente non si otterrebbero i risultati auspicati e desiderati. Si rende necessario, quindi, l’intervento di un esperto della comunicazione che conosca bene le tecniche SEO, SEM e soprattutto abbia il background necessario per evitare errori che potrebbero nuocere alla nuova impresa.

Come il freelance aiuta la startup

Quali vantaggi rappresentano i professionisti freelance per una Startup?

La comunicazione, al pari del bagliore che porta alla nascita di un’attività imprenditoriale, è estremamente essenziale. Una campagna comunicativa ben studiata, strutturata ed organizzata porta a raggiungere risultati ed obiettivi rilevanti e degni di nota.

Per questo motivo è sempre meglio affidarsi alle sapienti mani di un esperto del settore, un freelance per la tua startup. Il professionista potrà occuparsi accuratamente della campagna e sarà anche in grado di gestirne più di una contemporaneamente perché, appunto trattandosi di un esperto, ha un background formativo ed uno storico lavorativo tale da permettergli di portare adeguatamente a termine il progetto con profitto.

Il professionista freelance potrebbe rappresentare una risorsa fondamentale in tale senso.

Per quale motivo?

In realtà, essendo più di uno, enumereremo i motivi di seguito.

  • Flessibilità. I freelance sono, come ben sappiamo, i datori di lavoro di sé stessi ed hanno la possibilità di lavorare direttamente sul campo, il che permette loro di instaurare e mantenere un rapporto diretto con il cliente nonché committente. Non meno frequentemente potrà verificarsi la situazione in cui il professionista lavori da casa, da remoto, in modalità smart working. No, non pensate che lavorare in smart working significhi lavorare di meno, superficialmente e non prestando attenzione a quel che si sta producendo. Anzi, esattamente il contrario. Non avere vincoli di orari, dettati dalla chiusura dell’ufficio, permette di dedicarsi pienamente al progetto a cui si sta lavorando. Avere la propria casa come ufficio dà al freelance la possibilità di produrre in un ambiente rilassante e, se ben gestito, senza particolari fastidi e rumori che potrebbero portare ad un’interruzione dell’attività lavorativa. Tutto ciò porta, inevitabilmente, ad essere sempre pronti a rispondere e soddisfare le esigenze del cliente e ad allontanare la possibilità di ritardi nella consegna.
  • Naturalmente, trattandosi di un professionista freelance si abbattono i costi legati al coinvolgimento di altre persone e tramiti vari ed eventuali. Il committente dovrà considerare e pagare la prestazione del professionista a cui affida il progetto o la campagna marketing, senza spreco di risorse economiche.
  • Il professionista freelance non ha, come facilmente intuibile, la garanzia di uno stipendio fisso mensile. Per questo motivo ogni giorno deve formarsi, studiare, arricchire ed aumentare le proprie competenze affinché non perda la competitività e la professionalità acquisita nel tempo. Essere un professionista freelance significa non potersi permettere di deludere un cliente a causa di un lavoro la cui qualità lascia a desiderare.

Un freelance professionista investe nella formazione e nell’acquisizione di competenze perché la sua vita professionale dipende esclusivamente da sé stesso.

A scanso di equivoci, non stiamo sminuendo il lavoro di tanti professionisti dipendenti che lavorano per conto di agenzie. Si tratta, semplicemente, di situazioni lavorative differenti.

  • La forza della rete. Le Startup non devono temere di affidare ad un professionista freelance progetti di una certa rilevanza per paura che possa rivelarsi inadeguato ed inadatto. Tra i freelance si crea (ed è uno degli aspetti positivi di questa professione) una sorta di sinergia di competenze ove l’uno è pronto ad aiutare l’altro. Più che di concorrenza, per quanto riguarda i freelance, si può parlare di sinergie costruttive ove le competenze dell’uno aiutano l’altro e viceversa al fine di offrire al cliente finale un risultato di qualità.