Sei sei copywriter, specialista marketing (Advertising o SEO), ingegnere o informatico, come libero professionista hai una sfida in comune con tutti gli altri freelance: stabilire una tariffa oraria realistica che sia nei parametri del titolare del progetto. Chi inizia con le attività da autonomo, in particolare, spesso si chiede quali compenso puo applicare al detentore del progetto e commettono errori, che si dovrebbero evitare.

Il compenso orario si basa sulla qualificazione del freelance

Sicuramente una cosa è certa: anni di esperienza qualifiche elevate significano tariffe orarie più alte del comune, ma anche un buon ragionamento può essere decisivo. Alcuni liberi professionisti vendono il loro servizio al di sotto del loro valore – soprattutto all’inizio della loro carriera. Chiaramente il focus è di trovare velocemente dei progetti per poter fare cassa. Ma questo non sempre è il modo ideale per iniziare una carriera da autonomo. Inizialmente i “Newbies del settore non prestano molta attenzione al compenso che possono chiedere, basato sui costi che devono sostenere per la loro attività. Nell’anno in corso ci saranno nuovi progetti da realizzare. Ma se si è sfortunati puo anche capitare di passare qualche mese senza avere un progetto su cui lavorare. Inoltre, alcuni sono ancora bloccati nel pensiero dell’essere dipendenti, quindi sottovalutano il calcolo realistico sui costi da sostenere. Un calcolo realistico non è la scienza complessa: i nostri suggerimenti sono destinati a porre rimedio a questo.

Come si calcola la tariffa oraria?

Il calcolo del compenso orario da chiedere deve considerare tutti i costi mensili, cioè spazio per ufficio, ammortamento materiale di lavoro tipo hardware e software, costi per telefono, luce e corrente cosi come tutti i materiali di cancelleria. In Italia non si può parlare di una tariffa media per i freelance in generale, perche ogni settore ha la sua tariffa a cui orientarsi. Per esempio le tariffe orarie per geometri sono differenti di quelle che chiedono freelance del settore marketing o advertising. Si va da una tariffa che parte dai 25 Euro per chi inizia le sue attività in settori con richiesta di una specializzazione bassa fino a 149 Euro nei settori con richiesta di esperienza alta. I vari settori richiedono diverse qualificazioni. Per questo possono cambiare radicalmente i compensi orari. I settori SAP, consulenza e gestione, infrastruttura IT, sviluppo, ingegneria e grafica, contenuti, media e marketing (SEO e Advertising) hanno tutti un orientamento di compenso orario diverso.