Marta Vitali  

  • Offline
  • Senza recensioni
  • Italiano, Spagnolo, Inglese
  • Su richiesta
  • 25-11-2020

Breve introduzione

  • Leggo, scrivo e poi rielaboro.
    In quest'ordine, seguendo un filo logico, talvolta contorto ma, con un'analisi approfondita assume significato.
    Ogni tanto mangio pane e vocabolario così da poter arricchire il mio di vocabolario, altre volte faccio come tutti gli altri, mi dedico ad un libro qualunque che, in quel preciso momento, si trasforma in un portento fantasioso e unico.

Storico lavorativo

Certificati

Recensioni e Feedback

Introduzione dettagliata

  • Marta, amo leggere, scrivere e rielaborare.
    Sono all'antica e spesso scrivo a mano, mi rendo conto di essere fuori tempo e cerco di traslare verso il mio diario 2.0.
    Sono una persona logorroica (in senso buono, eh!) perché io parlo, parlo, parlo, ma mai a vanvera, quando voglio esprimere un concetto tendo a prendere tangenziali, parto in prima, poi inserisco la seconda marcia e via, fino ad arrivare alla quarta, esatto! Perché lì, generalmente mi fermano, io la chiamo - pausa sorriso -.
    Leggo.
    Leggo di tutto, dall'etichetta del detersivo al supermercato all'ultimo thriller trovato per caso.
    Per dovere sono un'impiegata: mastico termini che ai più sono indigesti, per passione viaggio con la fantasia, e quando le finanze lo permettono con il corpo, è una sensazione magnifica, ma è anche un luogo comune esageratamente forzato, insomma, è come quando l'aspirante Miss di turno cerca di far leva sull'animo umano dicendo che aspira alla pace nel mondo.
    Scrivo.
    La scrittura è uno strumento per rimettere ordine nella testa, spesso mentre guido viaggio con il pensiero, ed è in questi momenti, che idee alquanto bizzarre pizzicano i miei neuroni. I miei articoli più divertenti sono nati così.
    Io mi considero brava, e forse sono modesta, se vi va potete mettermi alla prova.
    Osservo.
    E di conseguenza rielaboro, tutto, ma proprio tutto.
    Mi piace osservare, è uno degli insegnamenti che mi ha lasciato mia nonna "osserva il mondo e ruba il mestiere". Ecco perché convivo con i chili di troppo, mio padre è un pasticcere, io osservo e poi mi cimento, fallisco ma non demordo, mangio.
    Mangiare è uno dei piaceri della vita.
    Comunque, mi piace scrivere, ora vi "passo la palla" sta a voi scegliere se mettermi alla prova oppure no.